+39 06 2112 9402
staff@myfootballmarket.com

Intervista a Gabriel Ribeiro

your story, your passion, your market

Intervista a Gabriel Ribeiro

 

Buongiorno Gabriel,

1) Quali sono i tuoi inizi nel mondo del calcio? Cosa vuol dire per un carioca giocare nel Flamengo?

Ho iniziato nel calcio nella Squadra della mia città: Friburguense il nome della squadra. Quando giocavo ancora nei giovanissimi, abbiamo giocato una partita di campionato contro il Flamengo, una delle squadre più grandi in Brasile, era scontato che avremmo perso, ed è stato così, però ho fatto una tripletta! Dopo quel giorno il responsabile del settore giovanile mi ha chiamato per giocare con loro. Negli anni al Flamengo ho avuto anche diverse convocazioni per la nazionale giovanile brasiliana.
Per me che sono carioca (nato a Rio de Janeiro) giocare nel Flamengo è stato davvero un onore, io e mia famiglia tifiamo Flamengo, quindi per me è stato davvero un piacere giocare per tanti anni in una delle squadra più grandi in Brasile.

 

2) Quali sono le tue caratteristiche tecniche e quale la tua posizione preferita in campo?

Sono un giocatore che può ricoprire tanti ruoli per le mie caratteristiche. Sono approdato in Italia da trequartista, ma ho fatto pure la mezzala. Negli ultimi anni, per la mia velocità e ottima capacità di saltare l’uomo, mi hanno spostato sulle fasce, dove mi sono trovato molto bene.
Sono un giocatore veloce, ho una bella corsa e so saltare l’uomo; credo che la mia più grande caratteristica è non mollare mai e lottare su tutti i palloni.

 

3) Quali sono le maggiori differenze tra calcio italiano e calcio brasiliano?

Credo che la più grande differenza tra il calcio italiano e brasiliano è che in Brasile si gioca più con la palla, si gioca per divertirsi, senza tanta tattica, è un calcio più offensivo con più fantasia. In Italia, si lavora più senza palla, per non subire gol e poi provare a farlo. Un calcio più tattico e basato  sull’ intelligenza.

 

4) In questa stagione sei ancora svincolato, preferiresti giocare in Brasile o fare una nuova esperienza nel calcio italiano?

Sono ancora svincolato perché alla fine dell’ultima stagione ho avuto un problemino al ginocchio; quando sono guarito ho avuto dei problemi familiari qui a casa. Ma per fortuna e grazie a Dio tutto si è risolto. Ho avuto alcune chiamate di squadre in Italia e altrettante in Brasile, sto ancora decidendo cosa fare, ma vorrei tornare in Italia, perché li mi sento a casa.

 

5) Quali sono i tuoi obiettivi nel mondo del calcio per il prossimo futuro?

Il mio obbiettivo nel calcio è tornare nel professionisti; l’anno scorso era già praticamente fatta con una squadra di Lega Pro, ma il Campobasso non mi ha lasciato andare via. Il mio primo obiettivo è questo, tornare nei professionisti, ma aspetto l’opportunità giusta con calma.

 

Grazie mille Gabriel.

Condividi!

Tags: , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi