+39 06 2112 9402
staff@myfootballmarket.com

Intervista a Fabio Bertoldi

your story, your passion, your market

Intervista a Fabio Bertoldi

Oggi abbiamo fatto una chiacchierata con Fabio Bertoldi, ex attaccante del Levico con alle spalle una carriera di tutto rispetto, che da quest’anno giocherà nella Weinstrasse.

Ciao Fabio,

1. È una bella carriera, la tua. Come è cominciata?

Sì, non posso negare che sono fino a questo momento molto soddisfatto della mia carriera. Ho vinto 3 campionati, segnando 265 reti in campionato tra serie D, Eccellenza e Promozione, vinto 4 titoli personali di capocannoniere… Direi che posso essere orgoglioso di quanto fatto finora.

Tutto è cominciato a Salorno nella squadra del mio paese, dove ho fatto tutta la trafila giovanile. A 16 anni ho fatto il mio debutto in prima squadra nel campionato di Eccellenza.

2. Hai trascorso tante stagioni con il Bozner, cosa ti è rimasto di quegli anni?

Delle 5 meravigliose annate trascorse a Bolzano ricordo oltre ai miei 126 gol in 132 partite, un gruppo fantastico che andava sempre oltre le difficoltà, un grande allenatore (mister Toccoli, nuovo allenatore del Trento da ieri ndr). Inoltre, la società era molto unita e lasciava lavorare con tranquillità, guidata da un Ds (Canal) davvero preparato e competente. Siamo partiti dalla promozione e siamo arrivati in finale in Sardegna 5 anni dopo per giocarci la serie D, lanciando decine di giovani del settore giovanile. Un’esperienza fantastica!

3. Poi sei passato al Levico Terme, una squadra a cui hai dato tanto. Nella stagione 2017/18, con loro, hai segnato ben 21 gol!

Sono arrivato al Levico a fine estate dopo aver sostenuto un periodo di prova con una squadra professionistica in Asia. È stata una grande scelta: esordio in serie D con 21 gol, salvezza diretta nel girone lombardo; Un’annata eccezionale dove Ferrarese e Melone hanno fatto un grande mix di esperienza e gioventù. Fu molto importante anche l’ottimo rapporto con mister Manfioletti, che mi ha gestito alla grande nelle varie fasi della stagione.

4. C’è stata anche una parentesi al Trento. Come mai te ne sei andato così presto?

Lo scorso anno sono arrivato a Trento con grande entusiasmo, credo di poter tranquillamente affermare che fino a che mister Rastelli era in panchina mi sono trovato bene e il mio rendimento (3 gol in 7 partite tra campionato e coppa) era comunque in linea con le altre stagioni. Poi è iniziato un calvario che è durato qualche mese; era inutile continuare così. Tra le tante offerte ricevute è arrivata quella da Ferrarese per tornare a Levico, e l’ho presa al volo, nonostante una forma da ritrovare. Nel momento decisivo ho trovato la condizione ottimale segnando 7 gol nel girone di ritorno che ci hanno portato 13 punti e la possibilità di giocarci i play-out. Alla fine ci siamo salvati e credo di essermi anche preso una bella rivincita.

5. Cosa c’è nel futuro di Fabio?

Nelle prossime stagioni mi vedrete con la maglia della Weinstrasse Sud/Auer, società che hanno unito le forze per programmare un grande futuro per la bassa atesina (zona in cui vivo). Oltre a giocare nel campionato di promozione, con l’obiettivo di essere tra le protagoniste per la vittoria del campionato, inizierò una collaborazione con il settore giovanile, incarico che ho accettato con entusiasmo e voglia di portare la mia esperienza ai più giovani.

 

Grazie per la chiacchierata, Fabio. In bocca al lupo per la tua nuova avventura!

Condividi!

Tags: , , , , , , , ,

Lascia un commento

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi