Intervista a Fabio Berti DS Brian Calcio

Fabio Berti DS della ASD Brian Calcio,persona squisita e grande esperto di calcio

1) Fabio Berti ,direttore sportivo della ASD Brian Calcio di Precenicco (ud) ,squadra che milita nella stagione in corso (2017-2018) nel campionato di eccellenza del Friuli Venezia Giulia; questa del brian è sicuramente una bella storia da raccontare nel calcio,squadra di un piccolo paese che nel giro di 8 anni è passata dalla seconda categoria al massimo campionato regionale friulano, ci puoi raccontare in breve questa avventura?
Il Brian Calcio è la società del comune di Precenicco, una piccola comunità di circa 1500 persone. E’ una società che ha frequentato nella sua storia, di oramai 75 anni, esclusivamente i campionati di seconda e terza categoria fino all’arrivo dell’attuale dirigenza che in 8 anni ha centrato 3 vittorie di campionato,  l’ultima lo scorso anno. Questo inizialmente è stato vissuto dal paese come un approccio in una dimensione non propria ma l’arrivo in Eccellenza, il salotto calcistico della regione, sta riavvicinando molte persone e ha risvegliato un grande senso di appartenenza.

2)Come nasce la tua passione per il calcio?
Come per tanti, nasce da piccolo. Muovo i primi passi da attaccante, ma divento subito portiere: l’uomo ragno Walter Zenga è stato grande fonte di ispirazione. Smetto relativamente presto (25 anni), ma da li a poco rientro come preparatore dei portieri, ruolo che ho ricoperto per 7 anni. Per problemi di lavoro devo mettere nel cassetto la passione per il ruolo del portiere e quasi per gioco, 3 anni fa, divento direttore sportivo. Dopo quasi 1000 giorni, posso dire che probabilmente questo è il ruolo che più mi si addice e che risulta complementare alla mia vita professionale extra calcistica.

3)So che utilizzate ,tra i vari strumenti di gestione della squadra, anche un programma di match analysis, quali sono le caratteristiche che un calciatore deve avere per far parte del progetto Brian Calcio?
Partiamo dal presupposto che la squadra viene costruita in funzione delle richieste del mister che non produce nomi ma caratteristiche specifiche che andrò a ricercare sul mercato. Definite le hard skills, inizio a colloquiare con molti profili: difficilmente scelgo al primo incontro. Seguo un iter quasi da colloquio aziendale: parto da una rosa ampia di candidati per arrivarla a finalizzarla dopo alcuni appuntamenti. Perchè questo iter così tortuoso? Perchè voglio inserire nella rosa profili mossi da una grande auto motivazione, caratteristica non di molti e benzina essenziale per costruire squadre vincenti.

4)Agli addetti ai lavori è noto che la società Brian Calcio dispone di strutture e risorse umane al top della categoria ,ce ne puoi parlare brevemente?
Da realtà di paese, nel corso degli anni ci siamo dotati di un organizzazione sempre più finalizzata a fare calcio in maniera molto professionale. Considerazione iniziale: siamo una società senza settore giovanile e questo ci permette di dedicarci completamente alla prima squadra. Siamo dotati di un centro sportivo con 2 campi innerbati, una foresteria adiacente al centro con 6 posti letto, servizio lavanderia, una club house dove ceniamo il venerdi e dove viene fatta la video analisi. Da questo anno abbiamo deciso di affidarci ad Instat per la parte di analisi quantitativa delle nostre partite: ogni martedi mattina lo staff riceve un report sulla partita appena giocata, mentre ogni giocatore riceve l’analisi della sua partita direttamente sulla casella di posta elettronica. Questo ci serve per oggettivizzare la partita e dare obiettivi quantitativi ad ogni giocatore. Lo staff? Super, composto da professionalità che con l’eccellenza centrano poco. Parliamo di un mister con 6 anni esperienza in serie D, preparatore atletico ex Bari e Juve Stabia, preparatore dei portieri che lavora con le rappresentative regionali, fisioterapista ex Udinese serie A che ci permette di valutare in tempo reale gli infortunii attraverso analisi ecografiche puntuali, massagiatore che 7/7 cura i ragazzi anche con elettromedicali per essere in campo prima possibile.

5)Quest’anno la squadra brian è composta anche da calciatori di provenienza extra regionale ,pensi che sia un indirizzo da riproporre anche in futuro?
Ho voluto fortemente la foresteria proprio per non avere limiti in termini di scelta perchè, definito in maniera puntuale le caratteristiche della ricerca, voglio aver di fronte un ampia offerta. E chi vi alloggia, ha la possibilità di svolgere lavori personalizzati tra palestra e campo durante la settimana arrivando a svolgere 7 sedute di allenamento settimanale.

6)Quali sono i tuoi obiettivi all’interno della società Brian Calcio per il prossimo futuro?                                                 Io vorrei aiutare questa meravigliosa dirigenza ad arrivare in serie D. Pur non avendo budget come altre compagini, credo fortemente nel lavoro strutturato ed organizzato: questo sicuramente nel medio termine ci ripagherà di tanta fatica.

Condividi!
Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi