+39 06 2112 9402
staff@myfootballmarket.com

Intervista a Arghus Bordignon

your story, your passion, your market

Arghus Bordignon, classe 1988, difensore centrale del Braga, squadra partecipante al massimo campionato nazionale portoghese. Vanta una notevole esperienza internazionale e diverse partite in Champions League ed Europa League.

1)Arghus Bordignon , innanzitutto grazie per il tempo concessomi . Come ti sei appassionato a questo fantastico gioco che è il calcio?

Fin da bambino ho iniziato ad interessarmi al calcio, iniziai prestissimo a giocare ,ad allenarmi ad alto livello e a convivere con la pressione del risultato. Lavoro e mi alleno per essere uno dei migliori al mondo nel mio ruolo.

2)Sei stato a giocare anche in Italia, come ricordi questa tua esperienza?

Andai a giocare in Italia quando avevo 19 anni, alla Reggina. Ho ottimi ricordi di quella esperienza e lì ho imparato molto a livello tattico e di collettivo. L’Italia è un paese stupendo e mi piacerebbe molto tornarci a giocare.

3)Quali sono le maggiori differenze, per Arghus Bordignon, tra il calcio europeo e quello brasiliano?

Per me le differenze sono enormi. In Brasile il calcio è più tecnico e ci sono più spazi per giocare ma è molto più lento. In Europa la manovra è molto più rapida e il calcio è più tattico e equilibrato.

4)Quali sono le caratteristiche tecniche di Arghus Bordignon ?

Sono un Difensore Centrale piede sinistro,con grande spirito di lotta. Ho una buona visione di gioco e mi piace vincere sempre i duelli uno contro uno. Sono dotato anche di un ottimo tiro.

5)Quali sono i tuoi obiettivi per il prossimo futuro?

Il mio obiettivo è quello di migliorarmi sempre, sto riprendendo il mio spazio qui al Braga . Ho già fatto ottime cose nel calcio ma sono sicuro che posso dare ancora molto. Mi sento bene fisicamente e voglio tornare ad altissimo livello.

6Quali sono i calciatori più forti contro cui hai giocato nella tua carriera?

Ho avuto dei grandi duelli in Champions League e Europa League. Ho giocato contro ottimi attaccanti ma credo che contro il Chelsea  ho marcato i più forti, Drogba,Hazard e Diego Costa. In carriera ho marcato anche Adebayor, Bale, Defoe, Huntelaar ,Jelavic, tutti duelli molto emozionanti.

7)Secondo Arghus Bordignon, cosa deve fare un giovane calciatore per diventare un professionista?

Dal mio punto di vista , bisogna essere molto professionali ,avere rispetto di tutti ,compagni di squadra, allenatori,tifosi e club. Se c’è bisogno, allenarsi da solo ,l’opportunità non avvisa prima di arrivare. La cosa più importante in ogni caso è credere in se stesso.

Condividi!
Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi