+39 06 2112 9402
staff@myfootballmarket.com

Il Mental Coach

your story, your passion, your market

Il Mental Coach

Anni fa i calciatori avevano bisogno del maestro di grammatica; mediamente avevano la quinta elementare e difficilmente riuscivano a mettere assieme una frase poli sillabica di senso compiuto. Però erano delle macchine da guerra, pensavano solo al pallone e avevano la giusta tempra per fare indifferentemente la guerra di Crimea o giocare una partita di calcio.

Oggi il livello medio di istruzione degli atleti si è notevolmente alzato, molti addirittura si auto proclamano dottori grazie ai corsi autodidattici che fanno sulla UniGoogle. Per carità viviamo tempi che corrono veloci, il problema grosso però è che, tendenzialmente, un calciatore non dovrebbe pensare troppo in quanto potrebbe rischiare di perdere di vista la sua missione, cioè quella di correre dietro un pallone.

Negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede, tra le figure professionali che operano nel mondo del calcio, il mental coach.

Il mental coach è quella persona che cura,nell’ambito del football, l’aspetto mentale del calciatore, colui che cerca di dare stimoli all’atleta, quello che prova a rimuovere gli ostacoli mentali del giocatore.

In Italia, come spesso accade, questa figura professionale non è ancora delineata a livello normativo e, per questo, tutti possono diventare mental coach.

Sulla rete si trovano innumerevoli pubblicità di “guru” che effettuano corsi on line o dal vivo di preparazione a questa attività professionale.

Bisogna stare molto attenti perché agire a livello mentale, se fatto in maniera errata, può creare danni indelebili agli sfortunati utenti.

Bisogna fare una distinzione tra il mental coach e lo psicologo dello sport, il secondo può svolgere la professione del primo ma non viceversa.

Onestamente noi non capiamo a cosa possa servire una persona che curi l’aspetto mentale di un calciatore che gioca nei campionati dilettantistici, tuttavia ognuno è libero di fare ciò che vuole con i propri soldi.

Il discorso è diverso per i professionisti che sono sottoposti a pressioni enormi e che possono rischiare anche dei tracolli mentali per il troppo stress.

Però è anche da dire che se uno non ha la testa per fare il calciatore dovrebbe dedicarsi ad altro!!!

 

 

Condividi!

Tags: , , , , ,

Lascia un commento

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi