+39 06 2112 9402
staff@myfootballmarket.com

Consigli alla Juventus alla luce dell’uscita dalla Champions

your story, your passion, your market

Consigli alla Juventus alla luce dell’uscita dalla Champions

Non c’è dubbio che essere un principiante nelle corse dei cavalli è davvero scoraggiante in quanto ci sono molti termini da imparare: il tracciato, il sorteggio, l’handicap e, ovviamente, la distanza.

Come per la maggior parte dei gergo, la realtà è molto meno complicata di quanto la maggior parte vorrebbe far credere e per qualche motivo il professionista esperto sbeffeggia spesso il principiante, ciò non è di incoraggiamento per il novizio.

Quindi spieghiamo alcuni di questi importanti fattori.

Il tracciato: questo si riferisce allo stato e alla composizione del terreno in cui il cavallo effettivamente correrà ed è uno dei fattori più importanti.

Immagina di correre sulla sabbia, sull’asfalto e sull’erba: farai un tempo molto diverso, alla stessa distanza, su ogni tipo di terreno, e ciò è lo stesso per i cavalli. Allo stesso modo, se hai sfidato un amico di forma fisica simile, è probabile che scoprirai che puoi batterlo, ad esempio, sull’ erba, ma magari tuo amico è più veloce sulla sabbia.

Questo è  vero anche per i cavalli, alcuni amano alcuni tracciati più di altri, ad esempio un terreno più morbido, e altri amano “sentire i loro zoccoli scuotere” su un terreno solido. È davvero così semplice, quindi devi scoprire quale terreno il tuo cavallo preferisce e assicurarti che siano sulla loro superficie preferita prima di iscriverlo ad una gara.

Il sorteggio: se avete presente i box di partenza di una corsa di cavalli, il sorteggio è semplicemente da quale box usciranno – questo NON è necessariamente uguale al loro numero che leggi sulla loro sella. Ma qual è il problema? Su alcuni ippodromi, se sei alto o basso, può fare un’enorme differenza il posto di partenza. Ad esempio, ci sono ippodromi dove le curve sono molto affilate – in alcuni casi quasi come fossero un cerchio – e quindi, come puoi intuire, è generalmente favorevole essere all’interno piuttosto che partire dall’esterno. Ovviamente, più lunga è la distanza della gara, meno importa questo fattore che ci porta esattamente alla “distanza”.

La distanza: questa è semplicemente la distanza effettiva della gara: nelle corse dei cavalli, come in atletica, ci sono molte distanze diverse per le gare e, come nell’atletica leggera, i cavalli migliori a piste di lunghe distanze sono raramente bravi nello sprint.

L’handicap: molte corse di cavalli sono con handicap, dove uno o più esperti, detti appunto “handicapper”, stabiliscono una scala di valori attribuendo il peso che dovranno portare in gara i singoli cavalli.. Il miglior cavallo in gara riceverà più peso del peggiore. In  teoria questo dovrebbe aumentare le probabilità di ogni cavallo, ma inevitabilmente a causa di tutti gli altri fattori discussi sopra questo accade raramente.

In bocca al lupo!

Condividi!

Tags: , , , , , ,

Lascia un commento

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi